La mia foto

Cordenons ieri e oggi

  • www.flickr.com
    Questo è un badge Flickr che mostra le foto pubbliche di IdeeperCordenons. Crea il tuo badge qui.

« Amnesie! | Principale | Inchiesta viabilità-1 »

24 maggio 2006

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

maigret

Caro Gian Andrea,
ma tu eri presente subito dopo l'incidente? Oppure parli per sentito dire? Dunque, prima regola accertare i fatti.
E' errato dire che l'auto non ha subito danni: ero presente e il cofano anteriore era sfondato in quanto la bambina, a seguito dell'urto, è rimbalzata sul cofano prima di cadere sull'asfalto.
Di certo è che la donna al volante non andava forte e si è fermata in tempo e di questo le va dato atto: che la bambina abbia attraversato senza guardare è, invece, tutto da dimostrare.
Uno dei problemi per la visibilità è dovuto al segnale che consente la sosta su un tratto di strada (circa 100 metri) antistante il luogo dell'incidente. Prima del marciapiede quel segnale non c'era. Ho realizzato alcune foto che dimostrano come un autocarro o un'auto parcheggiati in quel tratto costringano chi viene dal centro a spostarsi in centro strada (e così pericolosamente anche i ragazzi in bici), mentre chi esce dal punto in cui è uscita la ragazzina, ha la visibilità verso sinistra parzialmente negata e deve spostarsi in centro strada per attraversare. Questo è un problema segnalato e per risolverlo basta un minimo di buon senso. Nulla è stato fatto!
Tuttavia, il post è volutamente provocatorio per il semplice fatto che:
1. quasi 140 cittadini, nel 2004, hanno firmato una petizione segnalando analiticamente quali erano e sono i casi e le situazioni che creano pericoli per la mobilità pedonale e ciclabile;
2. a seguito di questa petizione l'ex sindaco ha fatto realizzare un primo tratto di marcipiede, mentre non è stato realizzato il tratto da piazza della vittoria a via piave!!!
3. per il resto la passata amministrazione non ha fatto nulla!, mentre un certo impegno lo dimostrò l'ex comandante dei VV.UU Buranel, diventato poi, alla fine del 2004, comandante a Pordenone.
E qui veniamo al punto.
Nei primi mesi del 2005 il sottoscritto si recò dal nuovo comandante per evidenziare che una delle arterie su cui porre attenzione era proprio via martiri , che era stata presentata una petizione nella quale venivano evidenziati i problemi (tra questi l'alta velocità dei nostri cari militari di stanza nella caserma che sfrecciano allegramente al mattino e al pomeriggio) chiedendo se intendeva portare avanti la politica di controllo dell'ex comandante. La risposta fu abbastanza evasiva e chiese alcuni mesi di tempo per farsi un'idea della situazione del traffico a cordenons. Non cito gli altri particolari, ma posso dire che una risposta non è mai arrivata e neppure la concertazione con i cittadini (per sentire il loro parere) non è mai stata attivata.
Per quale motivo dovrei essere indulgente con chi è pagato per pensare e realizzare la sicurezza dei cittadini? Che la situazione sia sotto controllo lo venga a dire in faccia ai cittadini abitanti di via martiri e ai loro figli!
Comunque noi non molleremo e ripresenteremo il problema alla nuova amministrazione.
Potrai tenerti aggiornato sugli sviluppi venendo a visitare periodicamente il blog.
Grazie.

simitan

non sono d'accordo con le conclusioni del Turrin. Il fatto è che, soprattutto in centro abitato, le strade non sono degli automobilisti e basta! nei centri urbani le strade devono diventare in via prioritaria vie di comunicazione per pedoni e ciclisti. Questi sono gli utenti da tutelare maggiormente. Un automobilista dovrà sapere che quando entra a Cordenons i pedoni hanno la precedenza sulle strisce pedonali. sempre. Bisognerà sicuramente fare interventi per evidenziare i passaggi pesonali ma intanto cominciamo a farlo noi stessi.
In viale martiri della libertà bisognerà far capire CHIARAMENTE a chi arriva dai magredi che ad un certo punto la prateria del far west è finita e si sta entrando in un centro abitato. Si potranno fare interventi in centro strada, una rotonda, qualcosa insomma che obblighi l'autista a moderare l'andatura.

Gian Andrea Turrin

cerchiamo di tornare alla realtà! la bambina investita in via martiri della libertà è uscita dal portone di casa senza prestare attenzione, l'auto si è fermata in tempo, tanto che non ha nemmeno subìto danni.mi sa che gli abitanti di via martiri della libertà dovrebbero ringraziare automobilisti come quello.

I commenti per questa nota sono chiusi.

Twitter

Citizen journalism

Post condivisi

Da Bora.La

Blog e siti che leggo

Il Comune nel web...

maggio 2015

lun mar mer gio ven sab dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Licenza del blog

Blog powered by Typepad
Iscritto da 11/2005